SCALETTE DI BERGAMO – SCALETTA DI SANTA LUCIA (VECCHIA)

Bergamasca.net © Tutti i diritti riservati. - ALL RIGHTS RESERVED

SCALETTE DI BERGAMO - SCALETTA DI VIA DEL PARADISO

Testo: Mario Colombo
Foto: Mario Colombo

Premessa

Le Scalette di Bergamo sono una delle sue tante meraviglie: sentieri in salita, spesso acciottolati o gradonati che, fiancheggiando terrazzamenti, giardini ed edifici, costituiscono una piacevole alternativa all’uso di altri mezzi motorizzati. Ce ne sono per tutti i gusti, dai nomi pittoreschi (Salita dello Scorlazzone e dello Scorlazzino), dedicate a santi (come la Salita di San Martino, chissà perché vicino alla via S.Martino alla Pigrizia!) o… evocative, come la Salita del Paradiso o quella delle More, ma tutte regalano vedute magnifiche e verdi passeggi ombrosi. Una vera palestra per lo spirito e per il corpo, per rigenerarsi l’anima!
Le Scalette propongono una dimensione più “umana”, come scrisse Hermann Hesse, durante la sua visita a Bergamo e, nel loro breve percorso ci raccontano di una civiltà urbana ed agraria inaspettata. Strette stradine, viottoli acciottolati e ripidi scalini che salgono sino al cuore medievale di Città Alta, custodita dalle possenti Mura Venete. Scalette che sapranno regalarvi passeggiate nella quiete d’altri tempi, percorrendo terrazzamenti coltivati per secoli con dedizione e dove ci sono, ancora oggi orti con primizie di stagione e splendidi giardini che adornano le ville e contrade.
Un invito il nostro a muoversi su questi sentieri carichi di storia fra profumi e  colori che sapranno darci molta serenità.

(12)  Scaletta di Santa Lucia (vecchia)

La si può considerare senz’altro come la più “cittadina” delle antiche scalette che conducevano ai campi fuori le Mura, anche se, i suoi  200 gradini non paiono proprio pochi. La strada prende avvio nell’elegante piazzetta di Santa Lucia, dove una fontanella ci offre ristoro prima di partire. Dopo aver inizialmente fiancheggiato la splendida Villa Tentorio, con andamento piuttosto dolce. Solo dopo 15′ di gradevole camminata il tratto s’impenna con gli ultimi cinquanta gradini. Si sbuca, quindi, all’inizio di via Tre Armi, alla sommità del cosiddetto “Paesetto” di via Sant’Alessandro alta, anticamente così chiamato per la sua completa autonomia dal resto della città.

Variante

Volendo possiamo rientrare attraverso la scaletta di Via del Paradiso, raggiungibile transitando in salita via Tre Armi per circa trecento metri, affiancando gli orti posti sotto l’alto bastione, fra i baluardi di Santa Grata e San Giovanni. Per effettuare questo giro ad anello, occorre prevedere una durata di circa un’oretta.
E’ facile, infine, collegarla con la Salita della Scaletta per ritornare, quindi, in città bassa, presso la stazione della funicolare.

Da vedere

Nei pressi si trova la splendente Porta San Giacomo (1575), interamente rivestita di marmo bianco-rosato di Zandobbio, progettata dal “proto ingegner” Paolo Berlendis e unica opera d’arte di tutta la grande città muraria (1561-1590), opera del capitano generale delle truppe venete, Sforza pallavicino. La Porta, molto scenografica nelle ore notturne grazie ad una pregevole illuminazione studiata da BAS/ASM, assume il nome di una chiesa demolita nel 1561. poco sotto si trova la seicentesca chiesetta della Madonna del Giglio, la quale merita anch’essa una visita per l’altare in marmo arabescato, costruito dai fratelli Manni di gazzaniga nel 1714, le tele di Marco Olmo e gli affreschi della volta e del lunette di C. tenicalla, anch’essi di inizio 1700. Questa chiesetta deve il nome al presunto miracolo avvenuto nel 1659 alla piccola Felicetta Coltrini, seminferma da oltre tre anni e prodigiosamente guarita dopo fervide preghiere alla Madonna.
La cronaca ci tramanda, inoltre, che persino i gigli ormai appassiti deposti denunzi alla sacra immagine, improvvisamente rifiorirono.

PARTENZA: Rotonda di Santa Lucia (zona ex Ospedale)
ARRIVO: Via Tre Armi
DISLIVELLO: 61 m.
LUNGHEZZA: 340 m.
TEMPO DI PERCORRENZA: 15′-20′
POSSIBILITA’ MTB: 90 %

Visionate  tutte le scalette:

1. Via del Rione – Case Moroni
2. Via Lavanderio
3. Via Ripa Pasqualina
4. San Matteo della Benaglia
5. Via Sudorno (parte bassa)
6. Scaletta dello Scorlazzino
7. Scaletta dello Scorlazzone
8. Scaletta del Castello di San Vigilio
9. Scaletta delle More
10. Scaletta Fontanabrolo
11. Scaletta di Via del Paradiso
12. Scaletta di Santa Lucia (vecchia)
13. Scaletta di Sant’Alessandro
14. Salita della Scaletta
15. Via della Noca

Skills

7

In Portfolios